Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Italia: oggi prelievo del DNA su sei discendenti del Caravaggio

BERGAMO - Sei discendenti del Caravaggio sono stati sottoposti oggi pomeriggio al test del DNA, che potrebbe contribuire a svelare il mistero sulle ossa ritrovate alcune settimane fa a Porto Ercole, in provincia di Grosseto.
Secondo gli esperti che hanno coordinato gli scavi al cimitero di San Sebastiano, in Toscana, uno dei nove scheletri selezionati potrebbe appartenere proprio al celebre artista di origini bergamasche.
Oggi a Caravaggio i promotori della ricerca, Giorgio Gruppioni, antropologo dell'università di Bologna, e Silvano Vinceti, presidente del comitato nazionale per la valorizzazione dei beni storici, culturali e ambientali, hanno prelevato un campione di saliva a sei persone appartenenti a rami diversi della famiglia del pittore vissuto a cavallo tra il XVI e il XVII secolo.
"Le abbiamo selezionate attraverso lo studio dell'albero genealogico di tutti coloro che nei secoli hanno acquisito il cognome Merisio, che è la derivazione nei secoli del cognome del Caravaggio - spiega Vinceti - Questa prova, insieme all' esame del carbonio 14, a quello del piombo e all'esame istologico, potrebbe finalmente dare una risposta scientifica alle nostre ricerche".
Uno studioso resterà per alcuni giorni a Caravaggio con il compito di completare lo studio dell'albero genealogico ed effettuare ricerche di altri parenti del pittore. Nel frattempo si stanno cercando informazioni anche sul fratello del pittore, Battista Merisi, che per alcuni anni fu parroco a Roma. Il ritrovamento dei suoi resti potrebbe essere un ulteriore tassello per determinare l'autenticità della scoperta effettuata nel Grossetano.
"Si tratta di una ricerca complessa ed affascinante - dice ancora Vinceti - che è partita da un solo dato certo, ovvero che il pittore fu sepolto nel cimitero di Porto Ercole. I risultati si conosceranno entro la fine di aprile".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.