Tutte le notizie in breve

Assaggio d'autunno in questo secondo week end di settembre. In Puglia un uomo di 65 anni è morto annegato a causa del maltempo trascinato con la sua auto dall'acqua e dal fango.

Secondo quanto riferito dalla polizia stradale di Foggia, la vittima viaggiava a bordo di una Lancia Y e stava percorrendo la strada provinciale 35 che collega San Severo a Torremaggiore. L'uomo ha tentato probabilmente di salvarsi uscendo dall'auto e invece è morto annegato travolto. L'incidente sarebbe avvenuto nella tarda mattina e il corpo dell'uomo è stato recuperato nel pomeriggio dai vigili del fuoco.

Abbondanti piogge anche nel foggiano dove acqua e detriti franati hanno provocato la chiusura per 21 chilometri in entrambi i sensi di marcia della statale 272 'di San Giovanni Rotondo' nel tratto che collega San Severo a San Marco in Lamis. La situazione nelle ultime ore va lentamente migliorando; non si segnalano comunque, fanno sapere dalla Prefettura, abitazioni o masserie isolate, né dispersi.

Sempre a causa del maltempo disagi per allagamenti anche lungo la strada statale 16 'Adriatica'. Ripercussioni sulla circolazione ferroviaria: oltre che sulla Bari-Foggia, sono stati segnalati ritardi per una decina di treni anche sulla tratta che collega Foggia a Termoli a causa di scariche atmosferiche che hanno compromesso il regolare funzionamento dei sistemi di distanziamento fra treni.

Forte ondata di maltempo pure in Molise con crolli di muri di due abitazioni disabitate, allagamenti e strade invase dal fango nelle aree interne della provincia di Campobasso. Le zone di Ururi, Larino, Santacroce di Magliano (Campobasso) e fino al capoluogo sono stati colpiti da forti nubifragi che hanno creato danneggiamenti e disagi sia alla circolazione stradale, sulla vecchia Statale 87, che alla popolazione.

A causa della pioggia torrenziale un muro di un'abitazione disabitata nella zona vecchia di Larino ha ceduto creando problemi alla circolazione su una strada adiacente. Stessa situazione a Santacroce di Magliano dove una parete di una residenza già lesionata dal sisma del 2002, nella parte vecchia del paese, non abitata, è crollata. Numerosi gli interventi da parte dei Vigili del fuoco di Termoli e del distaccamento di Santacroce.

La situazione in alcune zone non sembra destinata a migliorare nelle prossime ore. Il Dipartimento della protezione civile ha, infatti, emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede da domattina il persistere di precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Puglia, Basilicata e Calabria, soprattutto sui settori ionici.

Il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti è costantemente informato sulle conseguenze dell'ondata di maltempo che sta interessando il centrosud Italia. Il ministro è in contatto con il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio e con il prefetto di Foggia Maria Tirone ed è aggiornato in tempo reale sull'esondazione del fiume Candelaro a San Marco in Lamis e San Severo.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve