Tutte le notizie in breve

Un poliziotto francese ha rifiutato oggi di stringere la mano al presidente François Hollande durante la cerimonia di omaggio ai poliziotti uccisi dal 'killer di Parigi', Jean-Baptiste Salvaing e Jessica Schneider, a Versailles, vicino a Parigi.

La scena si è svolta durante il passaggio in rassegna da parte di Hollande, Valls e del ministro dell'Interno, Bernard Cazeneuve, di numerosi agenti in uniforme e in abiti civili. Valls è rimasto fermo e ha fissato negli occhi il poliziotto che si rifiutava di stringergli la mano, poi gli ha rivolto alcune parole. L'agente sembra rispondergli: "Non ho nessuna voglia di stringergliela, al contrario".

Intervistato al termine della cerimonia, il poliziotto ha spiegato così il suo gesto: "Ci sono troppi problemi nella polizia, non ne possiamo più, chiediamo fatti. A Mantes-la-Jolie (la cittadina del killer Larossi Abballa, ndr) abbiamo tre macchine per 40 poliziotti".

Valls ha successivamente affermato di "poter capire" quanto accaduto, aggiungendo che l'atteggiamento del poliziotto non era "per niente irrispettoso". "Mi ha detto che è dura - ha aggiunto Valls - gli ho risposto semplicemente che è difficile per tutti, per le famiglie. Che mai un governo aveva fatto tanto per sostenere le forze dell'ordine e della sicurezza, che noi abbiamo bisogno di loro".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve