Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Detlef Trefzger, CEO di Kuehne+Nagel (foto d'archivio).

KEYSTONE/WALTER BIERI

(sda-ats)

Il colosso mondiale dei trasporti e della logistica Kühne+Nagel ha aumentato l'utile netto del 4,1% a 531 milioni di franchi da gennaio a settembre.

Il fatturato è invece diminuito dell'1,4% a 12,3 miliardi rispetto allo stesso periodo del 2015, ha comunicato oggi il gruppo svittese.

Il risultato operativo (EBIT) è progredito del 5,9% a 678 milioni e i margini dell'utile operativo sono passati dal 5,2% al 5,5%.

Il gruppo ha sofferto nel terzo trimestre del calo dei consumi in parte d'Europa e negli USA. Ciò ha influito anche sulle esportazioni dall'Asia. Inoltre cresce la pressione sui margini nel trasporto marittimo.

Gli obbiettivi per l'insieme del 2016 sono confermati. Si pronostica quindi un margine EBIT di almeno il 5% (dopo il 5,1% nello scorso esercizio). Inoltre si prevede un aumento dei volumi, della quota di mercato e dell'EBIT.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS