Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Unione europea (UE) intende stilare una lista nera di paradisi fiscali.

KEYSTONE/AP/MARKUS SCHREIBER

(sda-ats)

L'Unione europea (UE) intende stilare una lista nera di paradisi fiscali. È probabile che entro la fine di gennaio Bruxelles invii a circa 90 Stati una lettera standard, con la quale li invita a discussioni sulla trasparenza in materia fiscale.

Stando a un diplomatico dell'UE, la missiva dovrebbe essere spedita anche a Berna e Washington.

A quanto risulta, la Svizzera avrebbe chiesto all'UE che la lettera venisse inviata dopo la votazione popolare del 12 febbraio sulla terza riforma delle imprese (RIE III), ha indicato all'ats la fonte diplomatica. La campagna è infatti piuttosto accesa.

Secondo il punto di vista elvetico, la Svizzera non dovrebbe comunque figurare sulla lista nera dell'UE, in preparazione entro la fine dell'anno. Molti criteri posti da Bruxelles corrispondono infatti agli standard dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) e la Confederazione, che ne fa parte, intende rispettarli.

SDA-ATS