Tutte le notizie in breve

I lucernesi saranno chiamati alle urne per esprimersi sugli orientamenti della formazione scolastica.

È infatti stata depositata oggi l'iniziativa popolare cantonale "Bildungsreformen vor das Volk" (Il popolo si esprima sulle riforme educative), che impedirebbe l'adozione da parte di Lucerna del Lehrplan 21, il piano di studi armonizzato per la Svizzera tedesca, già inviso ad altri Cantoni.

Il testo, promosso da esponenti di UDC, PPD, PLR e PBD nonché da insegnanti e imprenditori, ha raccolto 172 firme in più di quelle richieste (4000) ed è stato depositato a soli due giorni dalla scadenza dei termini.

L'iniziativa chiede che popolo e Gran Consiglio possano esprimersi sulle riforme nell'insegnamento. Attualmente l'organizzazione del sistema educativo è di competenza del Consiglio di Stato e del Dipartimento dell'educazione.

Se sarà accolto, il testo comporterà varie modifiche della legge cantonale sulla pubblica educazione e numerose modifiche a tutti i livelli dell'insegnamento. Valida retroattivamente dal 2014, la nuova disposizione riguarderebbe anche il Lehrplan 21.

Il piano di studi armonizzato è stato o è contestato in vari Cantoni.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve