Tutte le notizie in breve

Un hotel della Marriott International a Washington.

KEYSTONE/AP/ANDREW HARNIK

(sda-ats)

Si è completata oggi l'acquisizione del gruppo statunitense Starwood Hotels & Resorts da parte della multinazionale americana Marriott International, una operazione che porta alla creazione del più grande gruppo alberghiero mondiale.

Il nuovo gruppo - si legge in una nota - gestirà direttamente o in franchising oltre 5.700 strutture e 1,1 milioni di camere, con 30 brand di fascia media e di lusso in 110 paesi. Con il completamento dell'acquisizione, la distribuzione di Marriott è più che raddoppiata in Asia e in Medio Oriente.

Le azioni Starwood non saranno più scambiabili presso la borsa di New York. Come già annunciato, gli azionisti Starwood riceveranno 21 dollari e 0,80 azioni ordinarie di classe A di Marriott International Inc. per ogni azione ordinaria di Starwood.

Marriott ritiene che la società possa sviluppare sinergie operative annuali per 250 milioni di dollari. Altre sinergie si realizzeranno sotto forma di valorizzazione dell'operatività e condivisione delle best practice. Secondo le previsioni, i costi complessivi della fusione ammonteranno a circa 140 milioni di dollari.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve