Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Danni di Matthew ad Haiti.

Keystone/EPA/ORLANDO BARRIA

(sda-ats)

Il bilancio delle vittime di Haiti provocate dal passaggio dell'uragano Matthew è di almeno 339 morti. Lo riferisce la protezione civile. Il numero dei morti sembra purtroppo destinato a crescere ancora perché alcune aree sono tuttora inaccessibili ai soccorritori.

Secondo i media locali, nella sola città di Roche-a-Bateau si contano 50 morti, mentre nella vicina Jeremie l'80% degli edifici sono andati distrutti così come 30'000 abitazioni nel sud del Paese. Secondo un anonimo funzionario le vittime sarebbero 339

Altre quattro vittime si erano registrate nel passaggio di Matthew sulla vicina Repubblica Dominicana.

L'uragano intanto si avvicina alla costa della Florida. Matthew non ha ancora raggiunto lo Stato del sud, ma 200'000 abitazioni sono già senza elettricità a causa dei danni alle infrastrutture provocati dai forti venti che cominciano a soffiare.

Secondo il Centro nazionale per gli uragani, con sede a Miami, Matthew si sta avvicinando a Cape Canaveral (circa 360 km a nord di Miami) dove si registrano già raffiche di fino a 120 chilometri l'ora.

A causa dell'arrivo dell'uragano, il presidente americano, Barack Obama, ha dichiarato lo stato di emergenza per la Carolina del Sud. Una nota della Casa Bianca precisa che Obama ha quindi predisposto lo stanziamento di aiuti federali per lo Stato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS