Tutte le notizie in breve

Alcuni trattamenti medici sono inutili o addirittura dannosi per i pazienti.

KEYSTONE/GEORGIOS KEFALAS

(sda-ats)

Alcuni trattamenti medici sono inutili o arrecano addirittura danno ai pazienti. La Società svizzera di medicina interna generale (SSMIG) ha pertanto pubblicato per la seconda volta una lista di cinque rimedi di cui si dovrebbe fare a meno.

L'organizzazione negli ultimi mesi ha testato diverse terapie, soffermandosi su quelle utilizzate nei trattamenti ospedalieri stazionari, e ha stilato l'elenco presentato oggi in conferenza stampa a Basilea.

Sulla lista risultano prelievi di sangue, trasfusioni, radiografie, la somministrazione di sonniferi e l'applicazione di cateteri, se questi servono solo per il comfort o il controllo dei volumi di urina in pazienti non critici.

"Spesso queste misure non portano vantaggi al paziente, ma presentano rischi, oltre che una limitazione della qualità di vita", ha spiegato ai media il responsabile del gruppo di ricerca Christoph Meier.

Un importante consiglio è quello di non lasciare troppo a lungo a letto i pazienti anziani, ma stimolarne la mobilità. "Questo permette di evitare la perdita di forza muscolare e rende più facile il ritorno all'autonomia dopo una lunga degenza", ha detto Meier.

L'associazione mantello dei pazienti svizzeri (DVSP) ha accolto con soddisfazione il nuovo elenco. Quando i medici si preoccupano della qualità di vita dei degenti, vuol dire che si sta andando nella giusta direzione, ha dichiarato la presidente Erika Ziltener, citata nel comunicato della SSMIG.

Già due anni fa l'associazione aveva lanciato la campagna "smarter medicine", presentando una prima lista di cinque terapie riguardanti il settore ambulatoriale. In futuro verranno coinvolti altri rami del settore sanitario e verrà ascoltato anche il personale degli ospedali.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve