Tutte le notizie in breve

In calo la spesa della famiglie per giornali e riviste

Keystone/GAETAN BALLY

(sda-ats)

L'anno scorso, ogni famiglia in Svizzera ha speso mediamente 2773 franchi per giornali, riviste, libri e altri prodotti legati ai media. Un calo del 2% rispetto al 2014. Lo indica lo studio annuale dell'associazione degli editori svizzero tedeschi Schweizer Medien.

Nel 2015, la popolazione residente ha speso globalmente 10,27 miliardi per prodotti mediatici. Nel 2011, l'uscita globale per questa voce di bilancio era ancora di 11,29 miliardi. Da allora il calo è costante.

Questa flessione viene spiegata con l'assenza di innovazioni maggiori dopo l'introduzione di tablet e smarphone che hanno spinto al rialzo il consumo.

Quasi la metà del budget speso è riconducibile agli abbonamenti per giornali, libri, entrate per i cinema, tasse di ricezione per radio e tivù, giochi e download da Internet. Il 30% del bilancio destinato a questa voce è dedicato all'acquisto di computer e componenti. Circa un quarto viene speso per l'accesso a offerte su Internet.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve