Tutte le notizie in breve

Migliaia di poliziotti e guardie di frontiera sono stati dispiegati a Gerusalemme in occasione del primo venerdì di preghiera del Ramadan e anche per prevenire tensioni tra ebrei e musulmani in un giorno che, quest'anno, coincide con la festa ebraica di Shavuot.

Tra domani sera e domenica, saranno molti i fedeli di entrambi i culti a dirigersi attraverso i vicoli della Città Vecchia in direzione della Spianata delle Moschee e del Muro del Pianto. La polizia ha detto - secondo i media - che il dispositivo di sicurezza per questo venerdì e i giorni seguenti è stato messo a punto prima dell'attacco terroristico palestinese dell'altra sera a Tel Aviv.

A seguito dell'attacco, Israele ha sospeso i permessi d'ingresso per il mese di Ramadan a circa 83 mila palestinesi e sono stati rafforzati i controlli in tutto il Paese.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve