Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Si mantiene la tendenza tra i migranti a lasciare la Bulgaria e proseguire verso i Paesi dell'Europa occidentale. È quanto si legge in un comunicato del ministero dell'Interno bulgaro.

Dall'inizio dell'anno sono stati identificati in territorio bulgaro 289 stranieri giunti clandestinamente nel Paese. Esattamente lo stesso è il numero dei migranti espulsi.

La Serbia continua ad essere un serio ostacolo per i migranti nel proseguire verso Occidente, si osserva nel comunicato. Nel periodo dal primo gennaio al 16 febbraio 2017 le autorità bulgare hanno fermato in tutto 861 migranti che cercavano illegalmente di lasciare la Bulgaria, dei quali 831 al confine con la Serbia. Nei centri di accoglienza presso l'Agenzia statale per i rifugiati, che hanno una capacità complessiva di 5'190 posti, sono ospitate attualmente 3'446 persone. Nei centri di accoglienza presso la Direzione 'Migrazione' del ministero dell'Interno inoltre sono occupati 848 posti dei 940 disponibili. Quasi la metà dei migranti clandestini in Bulgaria è di nazionalità afghana.

SDA-ATS