Tutte le notizie in breve

Controlli alla stazione di Chiasso

KEYSTONE/TI-PRESS/FRANCESCA AGOSTA

(sda-ats)

Aumentano ancora le entrate illegali in Ticino: nella terza settimana di luglio sono state circa 1700, 300 in più della settimana precedente. È quanto risulta dalle statistiche provvisorie pubblicate dal Corpo delle guardie di confine.

L'afflusso di migranti tende a salire in estate, quando un numero maggiore di persone tenta l'attraversata verso l'Europa approfittando delle migliori condizioni atmosferiche nel Mediterraneo.

Le cifre più recenti indicano che dal 18 al 24 luglio sono giunti in Svizzera attraverso il Ticino 1698 migranti, di cui 744 provenienti dall'Eritrea: 717 sono stati respinti alla frontiera.

Non tutte le persone che si trovano illegalmente in territorio svizzero sono infatti da considerare profughi ai sensi delle convenzioni internazionali. Chi chiede asilo in Svizzera viene comunque accompagnato verso i centri di accoglienza della Confederazione.

Da gennaio a giugno sono 14'602 le persone entrate illegalmente in Svizzera, per la maggior attraverso il Ticino. Nelle altre regioni del paese la situazione è risultata più calma: 22 entrate illegali ai confini sangallesi e grigionesi, 103 in Vallese e Vaud e 47 nell'area di Sciaffusa e Basilea.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve