Tutte le notizie in breve

Il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schäuble si è espresso sulla questione dei migranti durante un convegno a Berlino

Keystone/FR159526 AP/JOSE LUIS MAGANA

(sda-ats)

"Se non stabilizziamo i Paesi confinanti andremo incontro a grandi problemi, è inevitabile".

Lo ha detto questa sera a un convegno a Berlino il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble, per il quale "anche il sostegno dell'Italia non durerà a lungo se cambieranno le rotte dei profughi".

Per il ministro, i Paesi dell'Ue dovranno pianificare robusti finanziamenti aggiuntivi per aiutare i Paesi confinanti e quelli da cui si origina il flusso migratorio.

Quanto alle critiche alla Turchia, Schäuble ha ricordato che Ankara ha accolto molti più profughi dell'Europa e che accoglie e tratta i profughi meglio di alcuni Paesi Ue: "Non c'è alcun motivo per essere arroganti", ha detto.

"Le crisi ci rendono più forti", ha concluso appellandosi alla coesione europea. Schäuble ha paventato il rischio che crisi irrisolte possano trasformare l'Ue in un'area di libero scambio, ma si è detto ottimista che questo non avverrà.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve