Migros: propone ciotole riutilizzabili per i pasti take-away


 Tutte le notizie in breve

Migros propone da oggi ciotole riutilizzabili nella maggior parte dei suoi take-away, con l'obiettivo di evitare i contenitori monouso in plastica.

Lasciando un deposito di cinque franchi i clienti possono ricevere il pasto in ciotole riutilizzabili, che potranno restituire non lavate in qualsiasi ristorante o take-away Migros aderente all'iniziativa, spiega il gigante della grande distribuzione in un comunicato odierno.

Ogni settimana circa 1,2 milioni di persone mangiano nei ristoranti e take-away Migros. Circa un terzo dei clienti porta con sé il pasto e lo consuma altrove, utilizzando stoviglie monouso di plastica: finora avevano a disposizione solo gli imballaggi usa e getta, ora vi è un'alternativa che secondo Migros rispetta maggiormente l'ambiente.

Un test effettuato a Zurigo ha evidenziato che i clienti sentono l'esigenza di stoviglie take-away più ecologiche. "Siamo contenti che la nostra iniziativa sia ben accolta", afferma Sandro Bedin, responsabile Gastronomia della Federazione delle Cooperative Migros, citato nella nota. "Stiamo introducendo le stoviglie riutilizzabili in 174 filiali in tutta la Svizzera e forniamo così, insieme ai nostri clienti, un importante contributo alla tutela ambientale".

Le ciotole ecologiche per i take-away sono state ideate dalla start-up svizzera Recircle e prodotte in Svizzera. Migros invita i clienti a risciacquare la ciotola se viene riportata in filiale più tardi di mezza giornata dopo l'utilizzo.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve