Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il muro del pianto di Gerusalemme (foto d'archivio).

Keystone/EPA/ABIR SULTAN

(sda-ats)

Alla luce del clima di elevata tensione che vige in città dopo l'attentato di ieri, il municipio di Gerusalemme consiglia agli ebrei timorati che domani si recheranno in sinagoghe in occasione del digiuno del Kippur di osservare alcune misure difensive straordinarie.

In particolare viene consigliato a chi abbia il porto d'armi di andare in sinagoga con la propria arma, possibilmente nascosta sotto i vestiti per non impressionare gli altri fedeli. In ogni sinagoga i fedeli armati dovranno sedersi accanto all'ingresso.

I frequentatori abituali delle sinagoghe dovranno avvertire della presenza di persone sconosciute e anche avere a disposizione almeno un telefono cellulare per poter avvertire i servizi di sicurezza nel caso di un attacco palestinese.

Per gli ebrei timorati questi misure sono di carattere estremo perché in occasione del digiuno espiatorio di Kippur - la principale solennità nell'ebraismo - i fedeli dovrebbero recarsi in sinagoga senza alcun oggetto addosso e dedicare tutti i propri pensieri alla introspezione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS