Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il primo ministro indiano Narendra Modi parla con il presidente russo Vladimir Putin.

KEYSTONE/AP/MANISH SWARUP

(sda-ats)

Il primo ministro indiano Narendra Modi ha confermato oggi al presidente Vladimir Putin durante un incontro di due ore a Goa (India meridionale) che la Russia "resterà in futuro il principale partner dell'India in termini strategici e di Difesa".

Le dichiarazioni di Modi sono contenute in un comunicato congiunto dal titolo "Cooperazione per la pace e la stabilità globali" in cui si sottolinea "la comunanza di posizioni di entrambi i Paesi in questioni come la guerra al terrorismo" e si evidenzia che "la parte indiana ha espresso apprezzamento per la inequivoca condanna dell'attacco terroristico contro la base militare indiana di Uri".

In dichiarazioni al termine del suo colloquio, Modi ha anche annunciato di aver deciso con Putin "la realizzazione di una conferenza annuale bilaterale per l'industria militare in cui le parti interessate potranno sviluppare la loro collaborazione".

L'incontro fra Modi e Putin, durato due ore, ha portato anche alla firma di 16 accordi e a tre annunci nel campo di economia, industria, scienza, difesa, spazio, infrastrutture ed energia nucleare. In quest'ultimo campo è stato dato ampio rilievo al progetto di otto reattori atomici di Kudankulam, in Kerala. Due di essi sono già collegati alla rete elettrica, due sono in costruzione e quattro in fase di progetto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS