Monito Tusk a Polonia, "non bruciatevi ponti alle spalle"


 Tutte le notizie in breve

Donald Tusk, riconfermato presidente del Consiglio europeo.

KEYSTONE/EPA/STEPHANIE LECOCQ

(sda-ats)

"Attenzione ai ponti che bruci perché poi non li potrai più attraversare": questa la citazione-monito rivolta dal presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, al governo di Varsavia dopo che quest'ultimo è stato l'unico a votare contro la sua riconferma.

"Farò tutto il possibile per contrastare la tendenza isolazionista del mio Paese", ha detto ancora rispondendo alle domande dei giornalisti durante la conferenza stampa svoltasi al termine della prima sessione dei lavori del vertice dell'Ue.

"Quello di cui abbiamo bisogno oggi - ha detto ancora Tusk riferendosi al governo polacco - è un atteggiamento responsabile e ragionevole" da parte di Varsavia, "specie sul futuro dell'Europa". Comunque, ha aggiunto il presidente del Consiglio Europeo, "io sarò il presidente di tutti" e "con i polacchi parlerò in polacco".

Anche il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker è intervenuto sullo scontro apertosi tra Varsavia e gli altri 27 sulla riconferma di Tusk. "Le regole sono state rispettate", ha tagliato corto Juncker.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve