Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Servizi speciali stranieri si stanno preparando ad effettuare "massicci attacchi informatici" a partire dal 5 dicembre volti a "destabilizzare il sistema finanziario della Russia". Così il Servizio di Sicurezza Federale (Fsb) citato dalle agenzie.

L'obiettivo è quello di "compromettere" l'attività di "una serie d'importanti banche russe". I server e centri di comando funzionali ai cyberattacchi si trovano "nei Paesi Bassi" e sono di proprietà della società di hosting ucraina BlazingFast, afferma Fsb.

Gli attacchi informatici dovrebbero essere accompagnati da un invio di massa di Sms e post "provocatori" nei social network o sui blog a proposito di "una crisi creditizia in Russia e del sistema finanziario, il fallimento e la revoca di licenze di importanti banche federali e regionali", dice l'Fsb.

"La campagna è diretta contro alcune decine di città russe", ha sottolineato il servizio. L'Fsb sta "portando avanti le misure necessarie per neutralizzare le minacce alla sicurezza economica della Russia" e sta "raccogliendo le informazioni su questa campagna di attacchi".

I principali istituti finanziari - Vtb e Sberbank - hanno detto di non aver riscontrato problemi e che le operazioni vengono condotte in regime di assoluta "normalità".

SDA-ATS