NE: sedici i candidati in lizza per i cinque seggi del governo


 Tutte le notizie in breve

Saranno sedici i candidati in corsa il 2 aprile per il rinnovo del Consiglio di Stato neocastellano.

KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA BELLA

(sda-ats)

Saranno sedici i candidati in corsa il 2 aprile per il rinnovo del Consiglio di Stato neocastellano. Alla scadenza, oggi, del termine per la presentazione delle candidature non sono state registrate sorprese.

I cinque "ministri" attuali - i socialisti Laurent Kurth, Jean-Nathanaël Karakash e Monika Maire-Hefti, i PLR Laurent Favre e Alain Ribaux - si ripresentano e dovrebbero essere riconfermati, malgrado le difficoltà incontrate dal governo cantonale in campi quali la pianificazione ospedaliera e i salari degli insegnanti.

Il PLR punta nondimeno a riconquistare il terzo seggio perso nel 2013, una missione affidata alla municipale di Cornaux Isabelle Weber. Lo stesso obiettivo è perseguito dall'UDC per la poltrona governativa persa nel 2014, quando Yvan Perrin aveva lasciato l'incarico per motivi di salute.

Il partito democentrista presenta una rosa di tre candidati: il deputato ed ex presidente della sezione castellana Stephan Moser, l'attuale presidente del Gran consiglio Xavier Challandes e - l'annuncio a sorpresa risale alla scorsa settimana - l'ex municipale di La Chaux-de-Fonds Jean-Charles Legrix, estromesso dall'incarico nel giugno 2016.

Il PPD sarà rappresentato dal consigliere comunale di Val-de-Ruz Vincent Martinez. Dopo la rinuncia del suo presidente Mauro Moruzzi, il Partito Verde liberale ha invece rinunciato a partecipare all'elezione. Entrambi i partiti hanno concluso un apparentamento delle liste con il PLR.

Una congiunzione delle liste è all'ordine del giorno anche a sinistra. I tre socialisti uscenti saranno accompagnati dal Verde Fabien Fivaz, deputato al Gran consiglio, e dal rappresentante di Solidarités Dimitri Paratte, consigliere comunale a Neuchâtel.

Sempre a sinistra, il Partito operaio e popolare (POP) ha rinunciato ad un apparentamento - accusando il partito socialista di non difendere con la dovuta diligenza i valori della sinistra - e presenta il fondatore di Médecins du monde Svizzera Nago Humbert.

Per il rinnovo dell'esecutivo cantonale si candidano anche tre persone proposte da una "Lista per il riconoscimento della scheda bianca". Un eventuale secondo turno per l'elezione governativa è previsto il 23 aprile.

I 115 seggi del Gran consiglio sono ambiti dal canto loro da 497 persone. Il parlamento cantonale è attualmente composto da 35 PLR, 20 UDC, 1 PPD, 5 Verdi liberali, 33 socialisti, 12 Verdi e 9 POP-Solidarités.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve