Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

FFS, BLS e SOB non hanno raggiunto un accordo sulla concessione del traffico a lunga percorrenza.

Keystone/DPA dpa/A3471/_BORIS ROESSLER

(sda-ats)

Le tre aziende ferroviarie FFS, BLS e SOB, nonostante le discussioni intense, non sono riuscite a trovare un accordo sulla concessione del traffico a lunga percorrenza. La decisione, entro la fine dell'anno, spetta ora all'Ufficio federale dei trasporti (UFT).

Nel corso di una riunione tra i vertici dei tre gruppi ferroviari avvenuta ieri è emersa l'impossibilità di trovare una soluzione consensuale, ha comunicato l'UFT in data odierna all'ats. È stato quindi ritenuto "non utile" continuare il negoziato.

Nell'ambito del rinnovamento della concessione del traffico ferroviario, che scadrà nel mese di dicembre del 2017, la Südostbahn (SOB) sarebbe interessata alla gestione della linea del San Gottardo, mentre la BLS intende estendere i suoi collegamenti RegioExpress e gestire alcune linee a lunga distanza utilizzate attualmente dalle FFS.

Queste ultime annunciano in una nota odierna che vorrebbero rinnovare le concessioni in collaborazione con la BLS e la SOB, suggerendo una partnership chiamata "soluzione interferroviaria con concessione uniforme" che ridurrebbe il costo del sistema complessivo e anche l'onere per la Confederazione e i Cantoni.

La BLS, attraverso un comunicato, ha dal canto suo fatto sapere che "l'offerta sarebbe migliorata grazie a nuovi e interessanti collegamenti". L'azienda ferroviaria accoglie con ottimismo la notizia che ora sarà compito dell'UFT avviare il processo di concessione e sarà elaborata una proposta nei prossimi mesi.

SDA-ATS