Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mauricio Funes, l'ex presidente del Salvador (foto d'archivio).

Keystone/AP/LUIS ROMERO

(sda-ats)

Il governo del Nicaragua ha concesso l'asilo politico a Mauricio Funes, l'ex presidente del Salvador sotto inchiesta per corruzione nel suo Paese.

L'asilo è stato accordato considerando che si tratta di un perseguitato politico a causa della sua "lotta a favore della democrazia, la pace, la giustizia e i diritti umani".

Due settimane fa la stampa aveva scoperto che Funes era a Managua con la sua famiglia, e che era protetto da una scorta della polizia locale, ma l'ex presidente aveva negato di voler chiedere asilo al governo di Daniel Ortega, sostenendo su Twitter che si trattava di un semplice viaggio di lavoro.

Ieri, però, ha cambiato questa versione, sottolineando che si è visto obbligato a ricorrere alla protezione delle autorità nicaraguensi perché "le forze della destra mi hanno fatto sapere che appena sarei tornato in Salvador la mia vita sarebbe stata in pericolo".

Funes è sotto inchiesta per una serie di delitti, fra cui la crescita illegale del suo patrimonio personale durante il suo mandato presidenziale (2009-14), malversazione di fondi pubblici, peculato e traffico di influenza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS