Tutte le notizie in breve

Da quando era iniziata la procedura per il divorzio dalla moglie, Mohamed Lahouaiej Bouhlel, l'attentatore di Nizza, appariva "depresso e instabile". Lo riferisce BfmTv. L'uomo era sposato con tre figli.

L'uomo aveva già subito altre condanne per reati minori in passato, ma mai per fatti legati al terrorismo. Era per questo noto alla giustizia ordinaria, ma non era schedato dai servizi segreti.

Secondo il quotidiano locale Nice Matin, almeno una delle condanne subite era per violenze coniugali.

I vicini di casa lo descrivono come un uomo "solitario" e "silenzioso", che non sembrava essere molto religioso, secondo quanto riferisce Le Figaro. Stamattina l'appartamento in cui abitava l'uomo è stato perquisito dalle forze dell'ordine francesi.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve