Tutte le notizie in breve

Il procuratore François Molins (foto d'archivio)

Keystone/AP/CLAUDE PARIS

(sda-ats)

Il killer di Nizza sembra aver premeditato il suo atto "molti mesi prima di passare all'azione" e aveva dei complici: lo dice il procuratore di Parigi, François Molins riguardo all'attentato del 14 luglio.

Mohamed Bouhlel "ha goduto di sostegni e complicità", ha affermato François Molins nel corso di una conferenza stampa a Parigi, annunciando l'apertura di un dossier giudiziario.

Tra l'altro, ha continuato il procuratore, l'autore dell'attentato di Nizza "sembra aver previsto e maturato il suo progetto".

La procura ha inoltre deciso la custodia cautelare in carcere per i cinque sospetti fermati nel quadro delle indagini sull'attentato e ha oggi aperto un fascicolo giudiziario nei loro confronti.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve