Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una manifestazione contro la "schiavitù" degli animali davanti al Circus Royal (archivio)

Keystone/SIGI TISCHLER

(sda-ats)

La Procura pubblica sangallese ha deciso di non aprire un procedimento penale contro il Circus Royal per il suo numero con le leonesse, non riscontrando alcun maltrattamento di animali. Il circo era stato denunciato da un'associazione animalista.

La fondazione per i diritti degli animali "Stiftung für das Tier im Recht" (TIR) aveva presentato il 9 agosto scorso la sua denuncia contro il Circus Royal. A suo avviso, nello spettacolo di questo circo le leonesse sono costrette a comportamenti degradanti e si manifesta in primo luogo la posizione di potere dell'uomo sull'animale, riducendo i predatori a un "puro fattore di divertimento".

La Procura sangallese indica in una nota diramata oggi di aver esaminato la denuncia ma di non aver riscontrato l'asserito maltrattamento di animali, ragion per cui ha emesso un decreto di non luogo a procedere. A suo avviso è normale che un domatore in un numero di ammaestramento assuma un atteggiamento dominante e non si può parlare di eccessiva strumentalizzazione. Del resto - aggiunge la Procura - il Circus Royal è in possesso di una autorizzazione dell'ufficio veterinario turgoviese in cui sono incluse anche le leonesse. Il non luogo a procedere è già passato in giudicato, precisa il comunicato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS