Nuovo giallo in Vaticano, falsa copia Osservatore Romano


 Tutte le notizie in breve

Nuovo giallo in Vaticano.

KEYSTONE/EPA ANSA/CLAUDIO PERI

(sda-ats)

Nuovo giallo in Vaticano: dopo i manifesti anonimi comparsi a Roma, con le critiche in romanesco rispetto ad alcune scelte del papa, ora gira una falsa copia dell'Osservatore Romano, via mail, dove si fa satira sulla questione dei "dubia" di 4 cardinali conservatori.

A lanciare la notizia è stato Il Messaggero. La Gendarmeria vaticana ha subito avviato indagini per risalire agli autori ma il direttore del quotidiano della Santa Sede, Giovanni Maria Vian, commenta: "Falsari alle prime armi. E comunque siamo grati per la pubblicità". Quanto ai sospetti sugli autori il direttore del giornale afferma di non averne e parla genericamente di "ambienti laici esterni al Vaticano". Quanto meno perché non conoscono il latino che è usato in Curia, mostrano una conoscenza un po' approssimativa dei documenti e attribuiscono la carica di cardinale anche a chi nella realtà non la ha.

Il numero del giornale che circola in pdf nelle caselle mail di cardinali, vescovi e altri prelati è tutto incentrato sui "dubia", ovvero le domande di quattro cardinali (Raymond Burke, Carlo Caffarra, Walter Brandmueller e Joachim Meisner) al papa sulla Amoris Laetitia, l'esortazione postsinodale sul matrimonio che ha acceso un dibattito, dopo i due Sinodi in cui si erano viste già contrapposte le anime diverse nella Chiesa, per esempio sulla comunione ai divorziati risposati.

Il foglio satirico con la falsa testata dell'Osservatore titola "Ha risposto!". "Francesco ha rotto il silenzio sui dubia dei quattro cardinali. Sia il vostro parlare sì sì no no", si legge sul giornale insieme alle risposte (false) del pontefice: "Sì e no" allo stesso tempo.

"Sono molto grato dell'enorme pubblicità gratuita - dice Vian - ma siamo dispiaciuti perché non sono accurati, sono falsari alle prime armi, la nostra grafica è certamente più elegante", aggiunge.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve