Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro tedesco (a destra) non teme la Russia.

KEYSTONE/EPA/OLIVIER HOSLET

(sda-ats)

Il Comitato olimpico internazionale (Cio) non deve temere di escludere la Russia dalle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Lo dice il ministro dell'interno tedesco Thomas de Maizière.

A suo avviso "solo per paura non si dovrebbe rinunciare a decisioni necessarie, anche se la Russia è un paese importante".

Secondo de Maizière, intervistato dalla Dpa, bisogna attendere il responso dell'antidoping: tuttavia, sottolinea, nel contrasto alle pratiche illecite "oggi è il tempo della durezza e non della arrendevolezza".

"Mi aspetto - sostiene l'esponente del governo Merkel nell'intervista - che la Russia contribuisca in modo completo al chiarimento della questione. Quando si tratta di doping, ognuno deve fare i suoi compiti a casa. In Germania attuiamo controlli molto stringenti grazie ad una legislazione dura. Tutti dobbiamo fare il possibile per avere una competizione internazionale leale".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS