Tutte le notizie in breve

Il 22enne argoviese che nel 2009 uccise una 17enne vietnamita a Sessa (TI) si trova in detenzione a Lenzburg (AG). La Germania ha infatti estradato martedì il giovane arrestato il 3 giugno nei pressi di Stoccarda dopo che era fuggito da una clinica psichiatrica.

Lo ha comunicato oggi il Ministero pubblico argoviese.

Il giovane era scappato nella notte tra il 27 e il 28 maggio dal reparto chiuso della clinica psichiatrica Königsfelden di Windisch, vicino a Brugg (AG), dov'era ricoverato a scopo terapeutico.

Per l'omicidio di Sessa, commesso quando aveva 16 anni, il ragazzo era stato condannato nel 2013 dal Tribunale minorile di Baden per assassinio a quattro anni da scontare in un istituto chiuso, la pena massima prevista dal codice penale per un minorenne.

Il diritto penale minorile prevede che tutte le misure cessino "con il compimento del 22esimo anno di età". Per questo motivo, nella primavera del 2015 fu ordinato nei suoi confronti il ricovero a scopo di assistenza in una struttura psichiatrica.

Il 22enne si trova ora in detenzione preventiva nella prigione di Lenzburg che - secondo il procuratore - è in grado di garantire la sicurezza pubblica e al contempo di offrire una trattamento psichiatrico adatto. Altre cliniche fuori cantone hanno rifiutato di ammettere il prigioniero, ha aggiunto il procuratore.

Il giovane uccise a Sessa, dove i genitori avevano una casa di vacanza, una 17enne vietnamita residente nel canton Svitto, conosciuta attraverso una chat su internet. La ragazza, picchiata a morte con un pezzo di legno il giorno del loro primo incontro, fu dichiarata dispersa e per quasi un anno gli appelli dei genitori e i vari avvisi di ricerca rimasero senza esito. La svolta si ebbe nel giugno del 2010, quando un escursionista ritrovò in un bosco vicino al villaggio del Malcantone resti umani in seguito identificati come appartenenti alla vittima.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve