Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier ungherese Victor Orban (foto d'archivio).

KEYSTONE/AP/ALIK KEPLICZ

(sda-ats)

"Bisogna finirla con la idealizzazione del progetto europeo", dice il premier ungherese, Victor Orban, in un articolo pubblicato sulla Frankfurter Allgemeine Zeitung.

Orban sostiene che la Ue deve invece "produrre una sensazione di sicurezza nei sui cittadini rispetto alle minacce esterne e interne".

"Perché la Ue continui - sostiene Orban, euroscettico e promotore del referendum del 2 ottobre sulle quote dei migranti in Ungheria - non basta la verità storica". Secondo lui, "dovrebbe "evitare di farsi considerare credibile raccomandando ai suoi critici di visitare i cimiteri di guerra".

Orban difende la scelta del "muro" eretto alla frontiera ungherese, che a suo parere "rispetta perfettamente le leggi della Ue" e "ha consentito all'Ungheria di difendere il modello di vita ed economico dell'Unione".

Il vero problema della Ue oggi, secondo Orban, "è che la violazione delle regole di bilancio e sulla sicurezza dei confini perpetrato con il tacito consenso della Commissione sono diventate una abitudine".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS