Tutte le notizie in breve

Editoria - Orell Füssli: utile netto in crescita nel primo semestre (foto d'archivio).

KEYSTONE/STEFFEN SCHMIDT

(sda-ats)

Orell Füssli, gruppo zurighese attivo nell'editoria e nella produzione di banconote, ha chiuso i conti a fine giugno con un utile di 5 milioni di franchi, in crescita di un quinto rispetto al primo semestre 2015.

A livello di ricavi, questi ultimi si sono attestati a 139,5 milioni, in flessione su un anno dell'1,4%. L'utile operativo EBIT, precisa una nota odierna della società, a fine giugno ha raggiunto i 7,9 milioni, in crescita di 400 mila franchi rispetto a un anno fa (+5,3%). Orell Füssli, sottolinea il comunicato, qualifica il primo semestre quale periodo di "consolidamento".

Per quanto attiene alla produzione di biglietti di banca, nel primo semestre i ricavi sono calati a 55 milioni a fronte dei 67,2 milioni dello scorso anno a causa dell'assenza di nuovi ordinativi. L'utile EBIT è sceso di 800 mila franchi a 8,5 milioni.

Nel ramo editoriale le vendite sono risultate in diminuzione del 3% a 41,7 milioni. La perdita operativa è stata ridotta da 1,9 milioni a 700 mila franchi.

Per l'esercizio in corso, il gruppo svizzerotedesco si attende risultati leggermente superiori all'anno scorso. Molto dipenderà comunque dalle vendite natalizie.

Orell Füssli ha realizzato a fine 2015 un utile netto 12,8 milioni di franchi. Il risultato operativo Ebit è passato da 4 a 17,6 milioni, mentre il giro d'affari è progredito del 3% a 279,4 milioni.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve