Tutte le notizie in breve

Una fossa comune è stata scoperta dalle milizie fedeli al regime di Bashar al-Assad in una zona settentrionale di Palmira, la città storica che il regime ha liberato dal sedicente Stato islamico la scorsa settimana.

Lo riporta l'agenzia ufficiale Sana, che cita una fonte sul posto, secondo la quale per ora sono stati trovati nella fossa, nel quartiere Masakin al-Jahizia, 40 corpi, molti dei quali di donne o bambini.

Secondo la fonte, la fosse comune potrebbe contenere molti più corpi. Alcuni di quelli recuperati sarebbero decapitati o mostrerebbero evidenti segni di tortura. La Sana ipotizza che i cadaveri risalgano a un massacro commesso dall'Isis a maggio 2015, quando uccise oltre 400 persone. La fonte ha infine aggiunto che sono ancora in corso le operazioni di sminamento della zona archeologica e di quella residenziale di Palmira.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve