Tutte le notizie in breve

Papa Francesco ha ufficialmente dato alla luce il nuovo Dicastero vaticano per i laici, la famiglia e la vita.

KEYSTONE/EPA ANSA/ANGELO CARCONI

(sda-ats)

Il nuovo Dicastero vaticano per i laici, la famiglia e la vita, nato con la riforma di papa Bergoglio e con l'accorpamento dei Pontifici Consigli già esistenti, viene ufficialmente dato alla luce.

È stato istituito con una Lettera apostolica in forma di Motu proprio di Francesco, datata 15 agosto e pubblicata oggi.

"La Chiesa, madre premurosa, ha sempre, lungo i secoli, avuto cura e riguardo per i laici, la famiglia e la vita, manifestando l'amore del Salvatore misericordioso verso l'umanità", vi si legge, sottolineando che "provvediamo sollecitamente a che i Dicasteri della Curia Romana siano conformati alle situazioni del nostro tempo e si adattino alle necessità della Chiesa universale".

In particolare, scrive Francesco, "il Nostro pensiero si rivolge ai laici, alla famiglia e alla vita, a cui desideriamo offrire sostegno e aiuto, perché siano testimonianza attiva del Vangelo nel nostro tempo e espressione della bontà del Redentore". Pertanto, "dopo avere accuratamente valutato ogni cosa, con la Nostra autorità Apostolica istituiamo il Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, che sarà disciplinato da speciali Statuti".

"Competenze e funzioni finora appartenuti al Pontificio Consiglio per i Laici e al Pontificio Consiglio per la Famiglia, saranno trasferiti a questo Dicastero dal prossimo 1 settembre, con definitiva cessazione dei suddetti Pontifici Consigli", aggiunge Francesco.

Lo statuto del nuovo dicastero è stato approvato 'ad experimentum' da papa Francesco lo scorso 4 giugno. Ad esso sarà connessa la Pontificia Accademia per la vita mentre un legame speciale vi avrà anche il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per studi su matrimonio e famiglia.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve