Tutte le notizie in breve

Unità antiterrorismo belga in azione.

KEYSTONE/EPA/OLIVIER HOSLET

(sda-ats)

Uno dei sospetti arrestati nell'inchiesta belga sugli attentati di Parigi è stato rilasciato oggi: si tratta di Lazez Abraimi, terzo arrestato dal giorno degli attentati di novembre, e sospettato di aver aiutato Salah Abdeslam a fuggire e nascondersi a Bruxelles.

Lo scrive oggi la Derniere-Heure, che ha un'esclusiva. Abraimi, difeso dallo stesso avvocato di Salah, Sven Mary, è stato rilasciato dopo che l'indagine non ha trovato alcun legame tra lui e i terroristi di Parigi. L'uomo però resta incolpato di terrorismo, come prevede la procedura belga, e ha il divieto di lasciare il Paese.

Intanto la commissione d'inchiesta parlamentare belgo-francese sugli attentati di Bruxelles e Parigi ha chiarito che la polizia francese non ha commesso alcun errore quando ha fermato Salah Abdeslam la mattina dopo gli attentati di Parigi sull'autostrada Parigi-Bruxelles.

Gli agenti, di pattuglia al confine, hanno fatto tutte le verifiche necessarie, durate mezz'ora, quindi più che approfondite secondo la commissione. Gli agenti non hanno potuto trovare, nei loro database, alcuna informazione sul radicalismo di Salah.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve