Tutte le notizie in breve

Un'immagine degli scontri avvenuti oggi durante la manifestazione parigina contro la riforma del lavoro.

Keystone/AP/FRANCOIS MORI

(sda-ats)

Il corteo parigino dei sindacati contro la riforma del Lavoro è rimasto bloccato oggi a causa delle violenze di facinorosi che hanno portato la guerriglia urbana nel cuore della capitale. Secondo un ultimo bilancio, il numero dei feriti è salito a 40.

Tra questi 29 agenti delle forze dell'ordine e 11 manifestanti. Sono invece 42 i fermi. Intanto, la testa pacifica del corteo è arrivata, come previsto, sul piazzale degli Invalides. Lo riferiscono media francesi.

Vi è intanto una consueta guerra di cifre sulla partecipazione al corteo parigino. Secondo la questura, i manifestanti sono stati tra i 75'000 e gli 80'000. Mentre i sindacati parlano di un milione di persone in piazza.

Centinaia di individui incappucciati hanno lanciato oggetti contundenti contro gli agenti in tenuta antisommossa che hanno replicato con lacrimogeni nella rive gauche.

Un uomo è rimasto ferito alla schiena da un razzo che ha preso fuoco, scrive il sito di Le Monde. Il quotidiano francese pubblica anche le foto di manifestanti che si rifugiano nei palazzi per sfuggire alle violenze e ai lacrimogeni.

Al loro passaggio centinaia di facinorosi hanno spaccato, tra l'altro, le vetrine di diversi negozi, alcune pensiline dei bus e parte del curatissimo arredo urbano di Parigi che è uno dei fiori all'occhiello della capitale. La polizia ha risposto con i lacrimogeni.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve