Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una cinquantina di persone sono state fermate nella banlieue di Parigi, dopo violenti scontri in un liceo.

Diversi individui sono riusciti a penetrare all'interno dell'istituto Suger, nel dipartimento della Seine-Saint-Denis, uno dei più 'caldi' dell'hinterland parigino.

I testimoni parlano di una scuola messa a ferro e fuoco, con molotov, fiamme, esplosioni. Gli studenti sono stati evacuati e l'attività didattica sospesa per tutta la giornata.

Già ieri mattina, i vetri delle finestre nella stanza degli insegnanti erano andati in frantumi, polverizzate dal lancio di pietre e di un forno a microonde.

In totale, annuncia la prefettura, sono 55 i giovani messi in stato di fermo per violenze volontarie, raduno armato e incendio doloso.

SDA-ATS