Pernottamenti: anno comincia bene, sia in Svizzera che in Ticino


 Tutte le notizie in breve

L'anno è cominciato bene per il turismo svizzero.

KEYSTONE/GAETAN BALLY

(sda-ats)

L'anno è cominciato bene per il turismo svizzero: in gennaio sono stati registrati 2,7 milioni di pernottamenti, il 5,2% in più dello stesso mese del 2016.

Stando alle cifre diffuse oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST) alla crescita hanno contribuito sia gli ospiti indigeni (+4,8% a 1,4 milioni) che quelli stranieri (+5,5% a 1,3 milioni).

Il Ticino è in linea con la media nazionale: nel mese in rassegna sono state contate 61'303 notti, contro le 59'668 del gennaio di un anno fa (+2,7%) e le 63'411 del 2015.

La stessa tendenza è riscontrata anche nei Grigioni, passati da 545'363 a 593'991, con la progressione più importante di tutte le regioni turistiche (+8,9%). Il numero assoluto rimane comunque assai inferiore a quello degli anni precedenti: era ancora di 650'000 nel 2015 e addirittura di 770'000 dieci anni prima.

Il primo paese di provenienza è stato in gennaio la Germania (304'400 pernottamenti), seguita da Regno Unito (128'600) e Stati Unti (104'000). Numero uno fra le nazioni asiatiche, la Cina è in settima posizione.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve