Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il parlamento polacco ha respinto oggi a grande maggioranza la proposta di legge che vieta in maniera netta l'aborto. Il testo è stato votato dalla maggioranza conservatrice e dall'opposizione.

Il partito conservatore Diritto e giustizia (Pis) del leader Jaroslaw Kaczynski ha fatto quindi marcia indietro votando contro il progetto di legge che vietata completamente l'aborto, contro il quale si erano tenute manifestazioni di migliaia di donne polacche in diverse citta' del paese nell'ambito dello "sciopero delle donne".

"Noi rispettiamo tutte le voci e le opinioni sull'aborto" ha detto il premier Beata Szydlo che ha anche annunciato un programma di sostegno del governo alle famiglie con i bambini handicappati.

I vescovi polacchi ieri in un comunicato hanno ricordato che la chiesa non e' a favore della punizione delle donne che abortiscono; una tale proposta era inclusa nel progetto di legge respinto oggi.

Il progetto di legge era stato approvato dal parlamento il 23 settembre scorso con i voti di deputati dello stesso partito di Kaczynski che oggi lo hanno respinto. "Le polacche hanno vinto", ha annunciato sulla prima il quotidiano Gazeta Wyborcza" di oggi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS