PPD: portare il dibattito sui valori sociali


 Tutte le notizie in breve

Gerhard Pfister, presidente del PPD svizzero, oggi a Berna

Keystone/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

Il PPD tiene alla sua identità cristiana e in questo 2017 intende portare il dibattito politico sui valori sociali in Svizzera.

"La cristianità fa parte della nostra identità di partito", ha detto oggi il presidente Gerhard Pfister ai media a Berna, in occasione del tradizionale incontro dell'Epifania. In questo senso è anche importante parlare dei valori.

Riflessioni sono in corso ad esempio sui rapporti fra fondamentalismo religioso e Stato di diritto. "Se c'è bisogno di precisare l'articolo sulla religione nella Costituzione, faremo delle proposte entro la primavera", ha affermato Pfister, ripetendo a più riprese che certe caratteristiche dell'islam creano una relazione problematica con lo Stato di diritto.

Il presidente ha poi minimizzato le differenze fra le correnti conservatrici e progressiste del PPD, così come fra le città e le campagne.

Trovare la strada maestra

Sui dossier importanti, come i rapporti con l'Unione europea (Ue), il clima e la sanità, il partito nel 2017 vuole trovare la "strada maestra".

Riguardo alle tematiche europee, Pfister ha giustificato l'astensione del partito dal voto finale al Parlamento sull'applicazione dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa: "non eravamo soddisfatti della soluzione proposta, ma non volevamo mettere in pericolo il programma europeo di ricerca Horizon 2020", ha detto.

Più in generale, la Svizzera deve correggere il tiro nell'economia e nelle esportazioni, ha detto la consigliera nazionale Elisabeth Schneider-Schneiter (BL). Non bisogna accontentarsi dei legami forti con l'Ue, ma rivolgersi agli Stati terzi e moltiplicare gli accordi di libero scambio. Viene ad esempio citata l'Unione doganale euroasiatica, comprendente Russia, Bielorussia e Kazakistan, "che potrebbe aprire nuovi mercati alla Svizzera".

Il consigliere agli Stati Erich Ettlin (OW) ha inoltre difeso la linea del partito sulla Previdenza per la vecchiaia 2020. La versione della Camera dei Cantoni, con un supplemento di 70 franchi sulla rendita AVS e l'aumento del tetto massimo per i coniugi dal 150 al 155% di una rendita unica, avrebbe buone possibilità di essere approvata dal popolo, ha affermato.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve