Tutte le notizie in breve

Il ticinese Yari Bernasconi e l'argoviese Noëmi Lerch per la sezione letteratura e la bernese Yla M. von Dach per l'ambito della traduzione sono i vincitori del premio "Terra nova" 2016.

Lo indica oggi il Consiglio della Fondazione Schiller svizzera, precisando che ciascun autore riceverà 5'000 franchi.

Yari Bernasconi, nato a Lugano nel 1982 e laureatosi all'Università di Friburgo con una tesi su Giorgio Orelli, è stato premiato per la sua raccolta di poesie "Nuovi giorni di polvere" (Casagrande 2015).

Dal canto suo Nöemi Lerch, nata a Baden nel 1987, ha ricevuto il riconoscimento per il suo romanzo "Die Pürin" (Verlag "Die Brotsuppe").

Infine, Yla M. von Dach è stata ricompensata per la traduzione del romanzo "L'écrivain suisse allemand" (2012) di Jean Pierre Rochat, uscita nella versione tedesca nel 2015 con il titolo "Melken mit Stil (Verlag "Die Brotsuppe").

sda-ats

 Tutte le notizie in breve