Tutte le notizie in breve

Pro Juventute: crescono le chiamate per gravi motivi personali

Keystone/LUKAS LEHMANN

(sda-ats)

L'anno scorso i bambini e i giovani hanno contattato 160'000 volte il servizio gratuito e confidenziale di Pro Juventute. Rispetto a cinque anni fa all'associazione sono arrivate molte più richieste per gravi motivi personali, si legge in un comunicato odierno.

Ogni giorno da due a tre adolescenti si rivolgono al numero d'emergenza 147 per motivi legati al suicidio, in parte con intenzioni concrete. Dal 2011 le richieste di consulenza per questo tema sono aumentate del 50%.

Inoltre, se nel 2011 si è dovuto richiedere 27 volte l'intervento dell'ambulanza, della polizia o dei servizi psichiatrici per motivi di crisi acuta, nel 2015 questi tipi di interventi sono saliti a 94.

Il confronto degli ultimi 5 anni mostra chiaramente quali sono stati i cambiamenti: il maggiore aumento si registra nelle richieste relative ai problemi personali (2015: 22,9% di tutte le richieste, 2011: 15.5%), continua la nota. In particolare, l'incremento riguarda problemi come disturbi psichici e stati depressivi, disturbi alimentari, crisi personali o l'autostima.

"Negli ultimi anni, l'offerta di sostegno è stata costantemente ampliata. Oggi sembra normale e più accettato chiedere consiglio e aiuto", spiega Thomas Brunner, responsabile della Consulenza di Pro Juventute, citato nel comunicato. "L'aumento delle chiamate d'emergenza è anche un chiaro segno che i giovani ora sanno dove possono chiedere aiuto e quindi lo fanno. Nei casi più estremi anche con un intervento per crisi", aggiunge.

Sono invece diminuite le richieste dei giovani per i temi sessualità (2015: 15,2% di tutte le richieste, 2011: 22,4%) e amore (2015: 10,6%, 2011: 14,8%). "Come tutti, anche i giovani oggigiorno cercano risposte nella rete. Agli adolescenti interessano molto l'amore e la sessualità e su Internet trovano molte informazioni", sottolinea Brunner. "Non è invece possibile trovare online risposte quando si tratta di gravi problemi personali. In questi casi i giovani hanno bisogno dell'empatia e della comprensione di un interlocutore".

Bambini e giovani possono rivolgersi 24 ore su 24 alla consulenza professionale, gratuita e confidenziale del 147 di Pro Juventute. Il servizio è accessibile per telefono, SMS, e-mail (147@projuventute.ch), tramite chat o nel self-service del web (www.147.ch), in italiano, francese e tedesco. Chiamate e SMS non compaiono sulle bollette.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve