Tutte le notizie in breve

L'ex presidente del Partito socialista svizzero Helmut Hubacher compirà domani 90 anni. In una intervista pubblicata oggi dalla "Basler Zeitung" non risparmia le critiche al PS e al suo attuale numero uno Christian Levrat.

Consigliere nazionale di Basilea Città per 34 anni, dal 1963 al 1997, alla guida del PS dal 1975 al 1990, Hubacher continua a guardare con occhio critico alla politica e a commentare quanto succede nella Berna federale e nelle file del PS in articoli e interviste.

L'ultima appare oggi su due pagine della "Basler Zeitung". "Non sono mai stanco della politica", afferma il grande vecchio del socialismo elvetico, che non è tenero neppure con il suo partito. L'attuale presidente Levrat - critica Hubacher - "ha lasciato da parte la questione stranieri in vista delle elezioni 2015 con la motivazione che il PS non voleva far politica sulle spalle dei profughi. È stato un errore", perché questo "è il problema che più preoccupa la gente".

Un altro tema "lasciato da parte" a torto secondo Hubacher da Levrat alle ultime elezioni: "la questione europea". Per il basilese, un'adesione all'Ue "rimane un punto di programma a lungo termine": "Come presidente del PS ho però sempre detto che questo tema avrà una chance" soltanto quando rimanere fuori dall'Unione "farà male al portamonete" degli svizzeri.

Hubacher si esprime anche sulla vicenda dei due allievi di Therwil (BL) che rifiutano di stringere la mano alla maestra, chiedendo misure drastiche contro la famiglia: riduzione dell'aiuto sociale o, "nel peggiore dei casi", espulsione. "Mi sono già chiesto se non sono scivolato a destra" invecchiando, ammette Hubacher, ma conclude che "non è il caso".

Il giornale basilese pubblica anche un contributo del leader carismatico dell'UDC Christoph Blocher, che elogia quello che fu il suo "principale antagonista" quando era "un giovane consigliere nazionale borghese": "non era un furbacchione", "aveva una posizione chiara", "quel che prometteva manteneva", "di lui ci si poteva fidare".

Hubacher conosce a fondo la politica federale: è stato membro di 142 commissioni ad hoc e di cinque commissioni permanenti del Consiglio nazionale. Per quasi metà della sua vita di deputato Hubacher ha fatto parte della commissione militare: si ricordano i suoi interventi critici sul sistema di sorveglianza aerea Florida, sui carri armati 68 e Leopard II e sull'aviogetto da combattimento F/A-18. Sull'argomento ha scritto anche due libri: "Schwarzbuch EMD" (Il libro nero del DMF, Dipartimento militare federale, oggi DDPS) e "Aktenzeichen EMD" (Dossier DMF).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve