Tutte le notizie in breve

Namewee fa ancora una volta parlare di sé.

KEYSTONE/AP/BILLY DAI

(sda-ats)

Un popolare rapper malese, Namewee, è stato arrestato in Malaysia per aver "insultato l'Islam". Lo riferisce la Bbc.

Sotto accusa il video 'Oh My God' nel quale l'artista canta davanti a luoghi sacri del paese: una chiesa, una moschea, un tempio taoista e uno buddista.

Namewee, vero nome Wee Meng Chee, è finito in manette ieri. Il videoclip è stato pubblicato lo scorso luglio. Il rapper si è difeso affermando che la canzone è dedicata "all'armonia religiosa".

Namewee era balzato alle luci della ribalta cinque anni fa, con una parodia dell'inno nazionale che gli aveva fatto rischiare l'arresto.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve