Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Secondo l'Unione sindacale svizzera (USS) la popolazione ha mostrato il cartellino rosso alla politica bocciando sonoramente la riforma dell'imposizione delle imprese: ne ha abbastanza degli sgravi a favore delle aziende che pesano sulle spalle dei contribuenti.

Ora serve una riforma mirata che elimini i privilegi attuali senza che vengano a mancare introiti fiscali, afferma l'USS in una nota. Eventuali costi devono essere sopportati dalle ditte e dai loro azionisti. Per i lavoratori servono al contempo sostegni concreti, ad esempio attraverso maggiori riduzioni dei primi di cassa malattia e assegni più cospicui per i figli.

SDA-ATS