Tutte le notizie in breve

Un'ape al lavoro

KEYSTONE/FR155085 AP/ANDY DUBACK

(sda-ats)

I pesticidi a base di neonicotinoidi danneggiano le api. Lo affermano ricerche condotte dagli stessi produttori di questi pesticidi, la Bayer e la Syngenta, e presentate all'EPA, l'agenzia del governo americano per l'ambiente.

L'organizzazione ambientalista Greenpeace (riferisce il quotidiano britannico Guardian), ha ottenuto queste ricerche sulla base di una legge statunitense sulla libertà d'informazione (Freedom of Information Act) e le ha rese pubbliche.

Le ricerche dimostrano che il thiamethoxam della Syngenta e il clothianidin, a base di neonicotinoidi (fra le componenti più utilizzate negli pesticidi), danneggiano le api in dosi elevate. Queste sostanze però non hanno effetti significativi sulle api al di sotto di concentrazioni di 50 ppb (parti per miliardo) per il thiamethoxam e di 40 ppb per il clothianidin. Questi livelli possono essere riscontrati talvolta nei campi, ma i valori usuali sono sui 10 ppb.

I pesticidi a base di neonicotinoidi sono vietati nell'Unione Europea, ma non negli Stati Uniti. Ad agosto Syngenta aveva dichiarato a Greenpeace che "nessuno degli studi che Syngenta ha compiuto o commissionato ad uso delle agenzie di regolazione ha mostrato danni alla salute delle colonie di api".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve