Romania: migliaia in piazza contro progetto amnistia


 Tutte le notizie in breve

Migliaia di persone, circa trentamila nella sola capitale Bucarest, sono scese in piazza oggi in varie città della Romania per protestare contro un progetto di amnistia messo a punto dal governo del premier Sorin Grindeanu.

La nuova legge sull'amnistia, a parere dei manifestanti, rischia di vanificare la lotta alla corruzione dilagante nel Paese, favorendo al tempo stesso i tanti politici e funzionari vicini al governo condannati per casi di corruzione.

Nelle intenzioni del governo il provvedimento è necessario per alleggerire la difficile situazione nelle carceri del Paese, tutte sovraffollate.

A Bucarest, come di consueto in occasione di proteste popolari, i manifestanti si sono radunati in piazza dell' Università, dirigendosi in corteo verso la sede del PSD e dell'Alde, i due partiti principali della coalizione di governo (insediatosi da poco dopo le elezioni di dicembre) scandendo slogan contro la corruzione. Proteste e manifestazioni di piazza si sono svolte anche nelle altre principali città della Romania, come Cluj e Iasi, nonché in alcune capitali e citta' europee, davanti alle ambasciate e consolati della Romania - fra l'altro a Milano, Parigi e Londra.

Anche il presidente della Romania, Klaus Iohannis, ha preso parte alla marcia di Bucarest: “I cittadini sono indignati – ha dichiarato a Realitatea TV – ed è comprensibile che lo siano considerata la gravità della situazione. Sono qui per esprimere la mia vicinanza agli indignati”.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve