Tutte le notizie in breve

Scoperto un nuovo pianeta nano nel Sistema solare

KEYSTONE/AP European Southern Observatory

(sda-ats)

La foto di famiglia del Sistema solare si fa sempre più affollata: l'ultimo a imbucarsi è il nuovo pianeta nano 2014 UZ224, un sasso spaziale del diametro di 530 chilometri appena scoperto alle spalle di Plutone dall'astrofisico David Gerdes.

Il primo riconoscimento ufficiale arriva dal Minor Planet Center, la massima autorità internazionale in materia, che opera presso lo Smithsonian Astrophysical Observatory (Sao).

Il nuovo pianeta nano si trova a 13,7 miliardi di chilometri dal Sole e completa un'orbita in 1.100 anni terrestri. La sua presenza è stata individuata grazie a uno speciale strumento, chiamato Dark Energy Camera (DECam), che è stato commissionato dal Dipartimento per l'Energia del governo statunitense per mappare galassie distanti.

Nell'ambito del progetto Dark Energy Survey, Gerdes ha cominciato a vagliare le mappe della DECam insieme ad un gruppo di studenti alla ricerca di nuovi oggetti celesti in movimento non ancora identificati nel Sistema solare: l'obiettivo è stato raggiunto grazie a un nuovo software che ha permesso di mettere a confronto osservazioni fatte a intervalli di tempo irregolari.

Se arriverà anche il riconoscimento ufficiale dell'Unione astronomica internazionale (Iau), 2014 UZ224 diventerà il sesto pianeta nano del Sistema solare, dopo Plutone, Eris, Haumea, Makemake e Cerere. Secondo gli astronomi, però, sarebbero più di un centinaio quelli ancora da scoprire.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve