Tutte le notizie in breve

Abusava del figlio

Keystone/CHRISTOF SCHUERPF

(sda-ats)

Il Tribunale distrettuale di San Gallo ha condannato oggi una 47enne a 22 mesi di reclusione con la condizionale per aver abusato sessualmente del figlio per anni.

La donna, obbligata a seguire una psicoterapia, dovrà versare al bambino 10'000 franchi come riparazione morale e assumersi i costi del processo.

La madre, di cittadinanza tedesca, era accusata di ripetuti atti sessuali con fanciulli e di reati di pornografia. Il dibattimento processuale si è limitato all'approvazione dell'accordo tra il ministero pubblico, il difensore e il legale del bambino, riferisce il St. Galler Tagblatt. Questa procedura accelerata è prevista dal codice di procedura penale.

Il principale capo d'accusa riguarda fatti avvenuti nel giugno del 2012, quando il bimbo aveva appena dieci anni. Il ragazzino era stato obbligato a provocare piacere sessuale alla madre con un vibromassaggiatore. La donna intanto aveva scattato fotografie che ha poi pubblicato.

Gli abusi non si sono però limitati a questo episodio e sono durati anni: la madre incestuosa ha ripetutamente coinvolto il bambino in pratiche di carattere sessuale. Stando all'atto d'accusa, la condannata intendeva dare al figlio un'educazione sessuale aperta, liberale e priva di condizionamenti morali in opposizione con quanto da lei stessa vissuto.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve