Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente siriano Assad.

KEYSTONE/EPA SANA/SANA HANDOUT

(sda-ats)

"Una persona" come il presidente Bashar al Assad "responsabile della morte di 600'000 civili, non ha posto nel futuro della Siria". Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri turco, Huseyin Muftuoglu, ribadendo la posizione a lungo sostenuta da Ankara.

La scorsa settimana vi era invece stata un'apertura al leader di Damasco da parte del vicepremier Mehmet Simsek.

La Turchia deve essere "realistica" e "non può più insistere su un accordo senza Assad", aveva detto il vicepremier al World Economic Forum di Davos. Al suo ritorno in patria, Simsek, considerato una delle figura più dialoganti del governo turco sul piano internazionale, era stato costretto a una sostanziale marcia indietro.

SDA-ATS