Tutte le notizie in breve

"La nuova spirale di violenze e azioni che minano la cessazione delle ostilità, in particolare le più recenti offensive del regime siriano vicino ad Aleppo e a est di Damasco, mettono le discussioni di pace a rischio". Così l'Alto rappresentante Ue Federica Mogherini.

La Mogherini ha sottolineato che il ritorno ai combattimenti "sta solamente ritardando i negoziati che sono il solo modo per portare al pace alla popolazione della Siria".

Per questo per l'Ue "la cessazione delle ostilità è indispensabile per creare un ambiente che consenta i negoziati e per un pieno, duraturo e spedito accesso umanitario in tutta la Siria" e, allo stesso tempo, "l'impegno delle parti alla cessazione delle ostilità è anche cruciale per concretizzare le misure di costruzione della fiducia concordate dal Consiglio di sicurezza Onu, in particolare il rilascio ti tutte le persone detenute in modo arbitrario, a partire da donne e bambini".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve