Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una vista della città di Soletta

KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE

(sda-ats)

I solettesi sono chiamati oggi alle urne per rinnovare Governo e Gran consiglio. Otto persone, quattro uomini e quattro donne, sono in corsa per i cinque seggi dell'esecutivo e 505 per i 100 del parlamento cantonale.

Dalla metà degli anni '80, il governo solettese conta due esponenti PLR, due PPD e un socialista. Da notare comunque che tra il 2003 e il 2005 i socialisti avevano due seggi. Uno era stato strappato ai democristiani, che riuscirono poi a riconquistarlo.

UDC e Verdi tentano, come già avevano fatto in passato, di entrare in governo. Puntano le loro carte rispettivamente su Manfred Küng e sull'ex consigliera nazionale Brigit Wyss. I socialisti questa volta non aspirano a conquistare un secondo posto. Concentrano le loro forze su Susanne Schaffner, che ha il compito di difendere il seggio finora occupato da Peter Gomm, che non si ripresenta.

Anche i radicali devono difendere un loro seggio e propongono Marianne Meister per sostituire Esther Gassler. Si ricandidano invece i consiglieri di stato uscenti Remo Ankli (PLR), Roland Heim (PPD) e Roland Fürst (PPD), entrati in governo 4 anni fa. Infine i Verdi liberali ripongono le loro speranze, anche se tenui, su Nicole Hirt.

Sono invece ben 505 (cifra mai raggiunta prima) le persone che si candidano per il Gran consiglio. Da notare che 85 uscenti si ripresentano. Attualmente il parlamento cantonale è così composto: PLR 26 seggi, PPD 22, PS e UDC 19 ciascuno, Verdi 7, Verdi liberali 4, PBD 2 e evangelici 1. I risultati dovrebbero essere noti nel primo pomeriggio.

SDA-ATS